Mobilità internazionale- progetto Erasmus Plus

Respirare aria internazionale è un’esigenza profonda per noi ragazzi del 3° millennio, anche e soprattutto mentre una pandemia sta congelando i nostri movimenti e sembra limitare i nostri orizzonti.

Per noi della sezione Cambridge dello Spedalieri in particolare, mantenere i contatti con la lingua inglese è una parte essenziale del percorso scolastico: per questo le famiglie di  Marco (1A), Francesca (2A) Carla e Sofia F. (3A) hanno accolto con entusiasmo la possibilità offerta da un progetto Erasmus Plus  di ospitare per tre settimane due ragazzi austriaci.

Tim e Jaron studiano italiano nel Liceo di Graz,  il Bischöfliches Gymnasium Augustinum, e hanno scelto di venire in Sicilia proprio per consolidare la loro conoscenza della lingua. In realtà questi progetti di mobilità studentesca vanno ben oltre il semplice obiettivo linguistico ma mirano a mescolare persone, abitudini, tradizioni, sguardi su realtà diverse dalla propria, in modo che al termine del’esperienza siamo tutti un po’ cambiati.

Come scritto nell’accordo fra le due scuole, “first and foremost, the exchange mobility should promote Europe’s common heritage and its diversity. It provides the exchange student with the opportunity to get to know another European country. Furthermore, it will enhance the student’s motivation to improve their foreign language and intercultural skills,  it will broaden their horizon and have positive impact on their self-reliance and self-confidence”.

Il soggiorno di Tim e Jaron è stato motivo di arricchimento non solo per noi studenti della sezione Cambridge e le famiglie ospitanti, ma per tutta la comunità dello Spedalieri, che si è avvicinata a loro con curiosità, disponibilità ed entusiasmo, tanto che – già dopo pochi giorni – tutti a scuola conoscevano ‘gli austriaci’. Che anche per loro sia stata una bellissima esperienza si capisce leggendo il report che hanno scritto per l’agenzia Erasmus al termine della loro permanenza in Sicilia:

If you want to improve your Italian, you should definitely consider doing an exchange trip to Catania!”

The people are really extroverted, and you will have a lot of chances to learn new words. Everyone was very kind and we were welcomed cordially. The rooms were comfortable, the food was always good and our host families showed us the city and locations to hang out.

Next to Catania is Mount Etna and it was really exciting for us to visit the famous volcano. We also went swimming in the sea and of course we had enough time to check out the whole city.

The school offered everything teenagers need like a gym and a school yard. The teachers were friendly and helpful. We had no problems communicating with them in Italian. When we didn’t understand something, the students helped us and made our learning experience much better.

Overall everything was perfect!”

Ci auguriamo quindi di poter rincontrare presto Tim e Jaron, in Sicilia o in Austria, e di poter partecipare ad altri scambi culturali come questo.