Bando del Concorso Nazionale Nuovi alfabeti – 2° edizione

CONCORSO NAZIONALE “NUOVI ALFABETI” II Edizione 2019/2020
in memoria di Silvia Frezzolini, docente del DLC

Sulla base dei punteggi totali assegnati dalla Commissione si evince che i vincitori di questa edizione sono:

Per la sezione latina:

  1. N. T., classe I A classico, del Liceo “Marcantonio Flaminio” di Vittorio Veneto (TV) con punti 581 (Restauri N. T. Liceo Flaminio (TV) Prof. Foltran).
  2. A. P., classe II C classico, del Liceo “Chris Cappell College” di Anzio (Roma) con punti 570 (Restauri A. P. Liceo C. Cappell Prof. Martinelli).
  3. Giovanni Guastella, classe III C del Liceo Classico “Nicola Spedalieri” di Catania con punti 569 (Restauri G. G. Liceo Spedalieri Prof. Iannelli).

Per la sezione greca:

  1. S. E. C., classe II A classico, del Liceo “Chris Cappell College” di Anzio (Roma) con punti 589(Restauri S.E.C. Liceo C. Cappell Prof. De Francesco).
  2. R. L., classe I B classico, del Liceo “Marcantonio Flaminio” di Vittorio Veneto (TV) con punti 554(Restauri R. L. Liceo Flaminio (TV) Prof. Crozzoli).
  3. G. B., classe I B classico, del Liceo “Marcantonio Flaminio” di Vittorio Veneto (TV) con punti 543 (Restauri G. B. Liceo Flaminio (TV) Prof. Crozzoli).

La Commissione esaminatrice, in riferimento al Bando, ha valutato in due distinte graduatorie (sezione latina e sezione greca) i frammenti “restaurati” sulla base dei seguenti criteri ad ognuno dei quali è stato assegnato un punteggio da 1 a 20 punti:

  • Attinenza a quanto richiesto dal bando;
  • completezza ed esaustività nella compilazione dei dati richiesti nella scheda di presentazione;
  • capacità di creare un testo unico coerente e coeso nelle sue varie parti;
  • cura nel realizzarlo, oltre che dell’aspetto contenutistico (temi, contesti letterari e storici) anche di quello formale (lessico, figure retoriche, punteggiatura);
  • creatività ed originalità nella realizzazione del “restauro”.

Roma, 15/05/2020

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE
Prof. Biagio Mario Dibilio

———————————————————————————-

CONCLUSIONI

L’idea di indire un Concorso Nazionale, nell’ambito del Progetto DLC, è stata della Prof.ssa Spata, il titolo “Nuovi alfabeti” è stata una scelta del Prof. Sega, ambedue coautori del Progetto nazionale di “Didattica delle Lingue e delle Letterature Classiche”.
La scelta del titolo è nata da una imprescindibile esigenza di “far parlare” il mondo antico con un alfabeto novus, ossia “nuovo” ed anche “inaspettato”.
Il Concorso, giunto quest’anno alla II edizione, è intitolato alla memoria di Silvia Frezzolini, una docente di DLC, morta precocemente il 31 ottobre del 2016, che svolgeva il suo lavoro con grande dedizione presso il Liceo “Chris Cappell College” di Anzio e con la quale ho avuto il piacere di lavorare e di confrontarmi, purtroppo per poco tempo.
Gli Enti patrocinatori del Concorso sono: USRV (Ufficio Scolastico Regionale del Veneto), DLC, AICC (Associazione Italiana di Cultura Classica), DISUM (Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania).
La proposta di esserne la referente per il secondo anno nasce da una collaborazione mia e della mia scuola, il Liceo Classico “Nicola Spedalieri” di Catania, ormai quinquennale, con i Proff. Spata e Sega a cui sono legata anche da un rapporto di amicizia.
Svolgere questo incarico è stata ancora una volta un’esperienza molto costruttiva e arricchente, dall’imparare a scrivere un bando, al coordinamento generale, alla gestione dei vari aspetti organizzativi, e per questa opportunità mando un sincero “grazie” ai colleghi più esperti, artefici di queste iniziative. Così come ringrazio i sette membri della Commissione esaminatrice, la stessa dell’anno scorso, variegata tra ex ispettori scolastici, docenti di scuole, professori universitari, ex Dirigenti scolastici, Conservatore di musei, che hanno lavorato con solerzia, dedizione e armonia, confrontandosi per eventuali dubbi e scambi di opinioni.
Oggetto di questa II Edizione, intitolata “Restauri”, è stata un’operazione strettamente legata alla competenza su cui il progetto DLC ha focalizzato quest’anno la sua attenzione, ossia quella testuale, attraverso la realizzazione di un personale libro di lettura.
I premi in denaro per i primi tre classificati di due sezioni distinte, quella greca e quella latina, sono stati messi a disposizione dal mio Liceo.
Agli studenti partecipanti di classi di biennio e/o di triennio si è chiesto come prodotto finale di selezionare tre frammenti, in traduzione italiana, di un medesimo poeta greco e/o tre frammenti di un medesimo poeta latino, tra quelli indicati nel bando, e in base al contesto letterario e storico, in base allo stile dell’autore, “divinare” un possibile “restauro” del testo, attraverso un processo di imitazione/emulazione dell’autore.
Hanno partecipato ventinove alunni di cinque scuole, con venti “restauri” in lingua latina e nove in lingua greca, e il numero ci ha rincuorato, considerata la drammatica situazione generale a causa del Covid-19 che temevo avrebbe lasciato più strascichi in termini di partecipazione.
E anche questo è stato un valore aggiunto: riuscire a trovare da parte di ragazzi così giovani, in un momento di indicibile sofferenza per tutto il nostro Paese, una motivazione, uno stimolo a scrivere, inventare, ricreare da pochissimi versi, a volte uno solo, ognuno il suo “restauro”, a calarsi nei panni di Saffo, Alceo, Nevio, Appio Claudio Cieco, a trasmettere ciascuno una parte di sé, dei propri sentimenti, dei propri sogni. Concordemente è stato sottolineato quest’aspetto anche dalla Commissione che è rimasta molto positivamente colpita dalla maturità e lo spessore di alcuni lavori dietro cui c’erano pur sempre ragazzi di quindici, sedici anni.
Ancora una volta è accaduto quello che avevo già notato quando assegno, come docente di Italiano e Latino, degli esercizi di scrittura creativa: gli studenti rispondono con la loro sensibilità, il loro bagaglio di emozioni che, a volte espresse, altre volte celate, riescono ad emergere in queste occasioni.
Il ringraziamento finale va alle docenti che hanno coinvolto i loro studenti e ai ragazzi che si sono messi in gioco, facendo emergere l’insegnamento che hanno tratto dagli studi classici, e la volontà di farli rivivere attraverso le loro parole, i loro scritti, i loro personali libri di lettura.

Prof.ssa Vincenza Iannelli

———————————————————————————-

Bando del Concorso Nazionale Nuovi alfabeti – 2° Edizione
in memoria di Silvia Frezzolini, docente del DLC

Bando Concorso Nuovi alfabeti – II edizione
Scheda di iscrizione concorso NUOVI ALFABETI
Scheda di presentazione del restauro

Commissione-Concorso-Nuovi-alfabeti

LA SCADENZA PER L’INVIO DELLA SCHEDA DI ISCRIZIONE AL CONCORSO “NUOVI ALFABETI” È PROROGATA A MARTEDÌ 10 DICEMBRE 2019

Presentazione Prof.ssa Iannelli sul concorso al Convegno DLC di Venerdì 20 Settembre 2019

Presentazione bando “Nuovi alfabeti – 2° edizione” – Prof. Iannelli, Padova il 20 settembre 2019

Per informazioni rivolgersi a:
vincenza.iannelli@istruzione.it

———————————————————————————-

Pagina del concorso precedente:
Concorso Nazionale Nuovi alfabeti – 1° Edizione, in memoria di Silvia Frezzolini, docente del DLC
http://www.liceospedalieri.edu.it/concorsoDLC2018/